Crea sito

Terremoto: i Rulli Frulli e il rock che fa bene all’Italia

Terremoto: i Rulli Frulli e il rock che fa bene all’Italia

Come dimenticare le recenti scosse di terremoto che hanno letteralmente distrutto parte dell’Italia?

Dal terribile Terremoto dell’Aquila del 6 aprile del 2009, passando attraverso le macerie di Amatrice, si arriva al sisma di Ischia di poco tempo fa.

Si deve reagire, ma spesso non è facile.

Purtroppo la legge e la burocrazia sono troppe lente, e non si può aspettare per ricominciare a vivere.

Ecco perché questa è una bellissima ‘Notizia dalle 7 arti‘.

I terremotati che ne cantano quattro 

Chi non conosce oramai la Banda Rulli Frulli?

Sono ben settanta ragazzi, che amano la musica e la usano per fare e per farsi del bene.

Vanno in tour in tutta Italia, e hanno in comune due cose.

Tutti provengono infatti da una delle zone devastate dai sismi, l’Emilia.

E tutti fanno musica.

Il terremoto del maggio 2012 che ha colpito il cuore dell’Emilia li ha cambiati per sempre, ma decisamente in positivo.

Rulli Frulli: un tour che fa tremare la terra

Le date e i posti dei concerti non sono scelti a caso o seguendo la tendenza.

Macerata, Pesaro, Concordia, Rivara, tutti i luoghi in cui la terra ha tremato.

Le tappe del loro tour sono infatti le zone terremotate.

I musicisti della band hanno un’età compresa tra gli 8 anni del più piccolo ai 25 del più grande.

Quando è nata la band dei Rulli Frulli

Era il 2010 quando Federico Alberghini, maestro di musica della scuola “Andreoli” di Mirandola, in provincia di Modena, creò un primo, originale, gruppo di sette elementi di provenienza diversa.

Ti potrebbe interessare anche...